Un’organizzazione perfetta per una vita difficile.

Le masserie di Valle Agricola

L’associazione RiscopriAmo Valle intende proporre un nuovo tipo di fruizione turistica, in un’ottica di riqualificazione innanzitutto territoriale e poi sociale, rilanciando un modo estremamente innovativo di vivere la montagna, riscoprendo ogni angolo nascosto di Valle Agricola.

Per questo motivo stiamo portando  avanti un progetto incentrato sullo studio dell’eredità dell’architettura rurale valligiana e sulla rigenerazione di questi luoghi identitari, che con il tempo sono stati abbandonati  a se stessi.

Queste strutture rurali sono chiamate “massarie”, le quali sono in pietra viva e sono diffuse su tutto il territorio valligiano. La suddivisione degli spazi nelle masserie era ben strutturata, da una parte dimora per i  contadini che fungeva anche da area di lavoro (deposito per gli attrezzi, locali dove lavorare il latte, il forno,) e dall’altra stalla. All’esterno si possono individuare cortili sempre in pietra, pozzi e cisterne.

Queste architetture ci aiutano a capire il complesso sistema delle relazioni tra il mondo agricolo e le attività delle persone che abitavano questi spazi.  

Nuova Vita

Il modo in cui vogliamo occuparci di questa grande eredità  è quello di dare nuova vita e nuovo uso a queste strutture , siamo partiti lo scorso anno con un’indagine fotografica fatta dall’artista Luigi Spina e vogliamo proseguire con analisi più accurate fatte da esperti sia sulle caratteristiche architettoniche delle singole “masserie”ma anche sul sistema sociale sul quale si basava la realtà contadina di Valle Agricola, quindi capire la vita difficile  dei valligiani in un’organizzazione ben strutturata.

  • Tipo di Progetto: Valorizzazione del territorio
  • Promotori: Associazione Riscopriamo Valle
  • Anno di inizio: Giugno 2017